Curare il mal di schiena con il nuoto

Se sei un amante del nuoto e soffri mal di schiena, ti starai chiedendo se nuotare possa alleviare questo dolore. La verità è che il nuoto può essere sia la causa che la soluzione di un mal di schiena, a seconda della circostanze.

 

 

Vediamo insieme come curare il mal di schiena con il nuoto e cosa evitare affinchè nuotare faccia solo del bene alla nostra salute.

 

Curare il mal di schiena con il nuoto: perchè funziona?

Uno dei principali vantaggi del nuoto è che ha un impatto sulla colonna vertebrale molto più leggero rispetto ad altre forme di esercizio aerobico, come la corsa. Una corsa molto forte, specialmente se molto veloce e con calzature inadeguate, può causare gravi danni alla colonna vertebrale.

I passi della corsa, con i piedi che colpiscono ripetutamente il suolo, mettono a dura prova la resistenza della nostra colonna vertebrale, facendola vibrare e comprimere. Nuotare elimina la forza di questo impatto, è ciò lo rende una forma di esercizio fisico con minori effetti collaterali.

Nell’acqua, il corpo si muove molto più lentamente e dolcemente. Oltre a ciò, l’assenza di peso permette di compiere evoluzioni e movimenti che altrimenti non si sarebbe in grado di fare. Questo può aiutare a sciogliere i muscoli e le articolazioni che potrebbero determinare il dolore alla schiena.

 

Curare il mal di schiena con il nuoto: cosa evitare

In linea di massima, nuotare è un ottimo modo per alleviare dolori cervicali o alla schiena, ma chi vuole ricorrere al nuoto per curare il proprio mal di schiena deve anche sapere che, se non lo si fa con attenzione, si potrebbe ottenere l’effetto contrario.

Vediamo insieme cosa si dovrebbe evitare se si vuole curare un mal di schiena con il nuoto:

 

Esagerare con gli allenamenti. Affaticamento muscolare e dolori possono insorgere a seguito di eccessivi allenamenti in vasca.

Mancanza di riscaldamento. Prima di nuotare, se si vogliono ridurre i rischi di contratture, è necessario fare qualche esercizio di riscaldamento e di stretching.

Mancanza di tecnica. Nuotare in qualsiasi stile, se non fatto correttamente, può arrecare più danni che benefici. Proprio per questo, specie se si vuole ricorrere al nuoto per risolvere problemi di salute, è bene farsi seguire da un istruttore.

Evitare la rana. Lo stile a rana può accentuare l’iperlordosi lombare (cioè l’eccessiva curvatura della schiena nell’area delle cinque vertebre lombari nella parte bassa della schiena) dal momento che accentua la curvatura della schiena proprio in questa regione.

Evitare la farfalla e il delfino. Questi sono gli stili più impegnativi del nuoto e stimolano moltissimo i muscoli della schiena, potendo causare lesioni.

 

Curare il mal di schiena con il nuoto: come nuotare

Anche se stare nell’acqua ha il vantaggio di ridurre l’impatto dell’esercizio sul corpo, la libertà di muoversi in modi impensabili sulla terraferma può anche sortire un effetto contrario. I movimenti scorretti possono essere dannosi per il corpo in qualsiasi attività, ma poiché nuotare permette movimenti insoliti, è molto più facile sviluppare cattive abitudini che potrebbero portare a forme di mal di schiena.

Durante la maggior parte degli stili frontali, la parte bassa della schiena è sovraesposta mentre il collo è chiamato a muoversi costantemente. Assicurati di mantenere la schiena quanto più possibile parallela al fondo della piscina.

Usare un galleggiante o una tavoletta può esserti d’aiuto in questo compito, mentre usare gli occhiali può aiutarti ad avere un maggiore controllo della testa e del collo, poiché troverai molto più facile girare la testa per respirare. Alcune persone potrebbero anche scoprire che l’uso di un boccaglio può essere l’ideale.

Lo stile a dorso è spesso considerato come lo stile migliore per le persone con dolore alla schiena, perché non costringe la schiena ad inarcarsi, e generalmente è più lento degli stili frontali. Tuttavia, anche nel caso si nuoti a dorso, uno sforzo eccessivo è da evitare e anche questo stile potrebbe causare dolore alla colonna.

Il modo migliore per ottenere il massimo dal nuoto e curare il proprio mal di schiena è quello di prendersela comoda. Individua quale stile è più adatto a te, ma ricorda di variarlo ogni tanto.

L’acqua ti permette di muoverti molto lentamente e dolcemente, praticamente in qualsiasi modo tu voglia. Tuttavia, questa libertà di movimenti si potrebbe ritorcere contro di te, quindi pensa di prendere in considerazione di farti seguire da un istruttore oppure iscriviti ad un corso di nuoto che contempli tecniche riabilitative.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *